Sint Wind PI - Pannelli Solari

Non ho ancora dati ed esperienze a sufficienza ma ecco alcune informazioni, spero utili, per chi volesse alimentare Sint Wind PI con Pannelli Solari.

I calcoli sono fatti ipotizzando come installazione la latitudine del Monte Cucco ( Sorridente ) quindi fate le vostre considerazione per altre locazioni.

Il costo dei panelli solari è sceso vertiginosamente nell'ultimo anno e quindi alimentare Sint Wind PI risulta, anche nel peggiore dei casi, abbastanza economico. Sotto trovate due tabelle relativamente per la Raspberry PI Modello B e Modello A ed ipotizzando 8 o 10 ore di funzionamento al giorno. Ovviamente il Modello A e quello che maggiormente si presta a tale tipo di applicazione.

Sint Wind PI - SMS

Alcune funzionalità e parametri del Sint Wind PI possono essere configurate da remoto, oltre che via web, anche mediante l'invio di SMS opportunamente codificati.

L'SMS deve sempre iniziare con la password che avete inserito del file di configurazione e che usate anche per il configuratore web ( admin di default ), seguita dal comando e da eventuali parametri :

Esempio : ADMIN COMANDO PARAMETRO

Qui sotto trovate la lista dei comandi implementati :

#----------------------------------------------------------------------------------------
# SMS COMMANDS
# command param desc
#
# RBT reboot
# HLT halt
# MDB mail database to sender
# RDB Reset Database
# MCFG mail cfg to sender
# MLOG mail current logfiles
# MALOG mail all logfiles
# BCK backup
# RST Restore
# CAM X set camera/logging interval to X seconds
# LOG [0/1] enable [1] or disable [0] internet data logging
# UPL [0/1] enable [1] or disable [0] internet data uploading
# AOI [0/1] set [1] or reset [0] always on internet parameter
# UDN [0/1] set [1] or reset [0] use dongle net parameter
# IP send sms with current IP to sender
# UPD Update software
# WSO X set calibration wind speed offset to X
# WSG X set calibration wind speed gain to X
# CRES x Change camera resolution 0 640x480
# 1 800x600
# 2 1024x768
# 3 1280x960
# 4 1400x1050
# 5 1600x1200
# 6 2048x1536
#---------------------------------------------------------------------------------------

Sint Wind PI - Lacrosse ws23xx

Sempre grazie all'auto di Stefano ora anche le stazioni della serie Lacrosse 2300 sono supportate da Sint Wind PI.

Per utilizzarle basta configurare il software mettendo la chiave ( nel file swpi.cfg oppure usando il configuratore web ) :

sensor_type = WS23XX

Inoltre come per le Oregon wmr918 andrà specificata la porta USB mediante la chiave :

sensor_serial_port = /dev/ttyUSB0

Sint Wind PI - RFM01

Un altro driver disponibile è quello per il ricevitore RFM01 che abbinato alla serie completa dei sensori wireless della PCE permette di ottenere una semplice ed affidabile soluzione wireless senza dover utilizzare la console PCE-FW20. Il sensore si connette direttamente alla GPIO ( nessun altro componente necessarrio ) e costa circa 3€. Per la connessione vedete sotto l'immagine realizzata da Roberto. Il sensore potrà essere completato mediante il sensore di pressione BMP085

Una volta connesso, scaricate l'ultima versione del firmware ed aggiornate all'ultima versione del software ( swpi-update ). La prima cosa da fare sarà analizzare il vostro ambiente per determinare la soglia di rumore e determinare il valore ottimale della soglia RSSI (Received signal strength indication ) e del'amplificate interno LNA ( low noise amplifier ) . Utilizzate i seguenti comandi :

cd /home/pi/swpi/wh1080rf

sudo ./wh1080rf

Vi comparirà una finestra del tipo :

Leggi tutto: Sint Wind PI - RFM01

Sint Wind PI - Sensore Umidità DHT11/DHT22

Un altro sensore economico e facilmente collegabile alla Sint Wind PI è il sensore di temperatura ed umidità relativa DHT11. Costa pochi euro ( si trova anche a 2-3€ ) e si collega alla GPIO del Sint Wind PI direttamente tramite tre cavetti jumper (niente saldatore). Vi consiglio di prendere la versione in figura piuttosto che il solo sensore ( blu in figura ) in quanto la cosa vi risparmierà di dover collegare una resistenza di pullup da 4.7k tra l'uscita del sensore e l'alimentazione. Nella versione in figura tale resistenza è già inclusa. Per il collegamento basterà alimentare il sensore con la 3.3V della GPIO e collegare l'uscita "data" del sensore al pin GPIO18 del Sint Wind PI ( devi schema ). Per attivarlo basterà settare la chiave del file di configurazione:

use_dht = True

In presenza di tale sensore il Sint Wind PI stimerà l'altezza della base cumulo che verrà comunicata dal risponditore telefonico, stampata sulle immagini della webcam ed inviate dall'uploader al server web per la pubblicazione sulla dashboard.

Il sensore può essere usato anche in combinazione col BMP085 per pressione e temperatura. In questo caso la temperatura esterna sarà misurata dal piu preciso BMP085 mentre la temperatura rilevata dall'DHT andrà a costituire la temperatura interna.

Per testare solo l sensore potere digitare dal terminale i seguenti comandi :

cd /home/pi/swpi/DHT

chmod +x DHT

sudo python test.py

Sint Wind PI - File audio

Veniamo al funzionamento e alla personalizzazione del risponditore telefonico. Tutti i messaggi di risposta del Sint Wind PI sono preregistrati e inclusi nella cartella /home/pi/swpi/audio. I file sono in formato compatibile con la chiavetta huawei e precisamente in formato RAW PCM 16 bit unsigned 8000 B/s. Inutile tentare di riprodurli mediante i soliti player audio. Per ciascun file è presente, nella sottocartella /home/pi/swpi/audio/mp3, anche la versione mp3 che potere invece tranquillamente ascoltare. I nomi dei file sono auto-esplicativi e non sto quindi ad elencarli anche perche si tratta, tra numeri e codici, di circa 200 files.

Vediamo come personalizzare il risponditore per le vostre esigenze. Normalmente gli unici due messaggi che andranno personalizzati sono hello.raw e www.raw. Il primo è il messaggio di benvenuto mentre il secondo è il sito internet che viene indicato alla fine del messaggio. Questo non esclude che possiate comunque personalizzare anche gli altri messeggi secondo le vostre esigenze.

La procedura da seguiire è relativamente semplice. Per ciascun file che volete personalizzare seguite i seguenti due step :

1) Sostituite il file mp3 nella sottocartella mp3 con il vostro file preregistrato ( per esempio hello.mp3 )

2) Convertite il file mp3 nel relativo raw mediante il comando ( per l'esempio hello.mp3 ):

ffmpeg -i /home/pi/swpi/audio/mp3/hello.mp3 -f s16le -acodec pcm_s16le -ar 8000 -y /home/pi/swpi/audio/hello.raw

Sint Wind PI - GPIO

Questa è la mappa di connessione della GPIO :


A = Anemometro ad impulsi

B0 = Bit 0 della banderuola per il Sensore NEVIO16

B1 = Bit 1 della banderuola per il Sensore NEVIO8 e NEVIO16

B2= Bit 2 della banderuola per il Sensore NEVIO8 e NEVIO16

B3= Bit 3 della banderuola per il Sensore NEVIO8 e NEVIO16

BMP085 = Sensore I2C di pressione e temperatura

MCP3002 = Convertitore Analogico/Digitale

RESET = Camera resetter

DTH11 = Sensore di temperatura e umidità:

Ho omesso nei collegamenti solo la massa e l'alimentazione. Ricordatevi sempre di alimentare tutti i componenti solo ed esclusivamente con la 3.3V e mai con la 5V !!!!

Sint Wind PI - Oregon Scientific

Grazie all'aiuto di Stefano che mi ha messo a disposizione l'accesso alle sue stazioni, a partire dalla versione 01.13.50, il Sint Wind PI supporta le stazioni Oregon Scientific WMR100/WMR88 e WM918. Per utilizzarle basta configurare il software mettendo la chiave ( nel file swpi.cfg oppure usando il configuratore web ) :

sensor_type = WMR100 per la WMR100/WMR88

oppure

sensor_type = WM918 per la WM918

La prima stazione si collega tramite USB mentre la seconda richiede un adattatore SERIALE-USB esterno.

Sono anche abbozzati i driver per le Oregon WMR200 e WMR918 ma non sono ancora testati.

Sint Wind PI - Raspberry PI Modello A

E' uscito proprio in questi giorni un nuovo modello di Raspberry PI ancora più economico. Si tratta del Modello A, leggermente depotenziato rispetto al Modello B, ma che và benissimo per i nostri scopi. Costa 10€ meno del Modello B e lo portate a casa con 24€+6€ di spedizione = 30€. Non ha la LAN integrata e quindi è dedicata a chi userà il Sint Wind senza connessione internet o con connessione wifi. Il grosso vantaggio rispetto al modello B è il consumo. Consuma 1/3 del Modello B. Si tratta quindi di una ottima scelta per chi avesse la necessità di alimentare il Sint Wind PI con pannelli solari. Un sistema completo che utilizza il Modello B ha la necessità di un pannello da ameno 40-50Wp mentre col Modello A ci si può accontentare di un pannello da 20-25Wp con un notevole risparmio economico.

Sint Wind PI - Configurazione via Web

A partire dalla versione 1.11 del Sint Wind PI c'è la possibilità di configurazione da remoto tramite interfaccia web. Sicuramente si tratta di una soluzione molto più comoda rispetto all'editor testuale ( comando linux : nano swpi.cfg )

Per utilizzare questa funzionalità basta digitare l'indirizzo IP del Sint Wind PI nel vostro browser preferito (al solito vi consiglio Firefox, Safari o Crome .. IE va bene solo per poter scaricare un browser migliore). Nella prima finestra dovrete inserire le credenziali di accesso. Come utente utilizzare sempre "admin" mentre la password è quella inserita nel file swpi.cfg ( di default "admin"). Una volta loggati comparirà una pagina come quella che vedete in questa immagine dalla quale potrete impostare tutti i parametri del Sint Wind, scaricare i log del sistema per analizzarne il corretto funzionamento, salvare e ripristinare la configurazione, riavviare il sistema, aggiornare il software all'ultima versione disponibile e vedere in tempo reale il funzionamento del sistema.

Sint Wind PI - Camera Resetter

Abbiamo riscontrato che alunne camere Canon, dopo un lungo periodo di funzionamento, tendono a bloccarsi. La cosa non è sistematica e non avviene su tutte le camere. Per esempio ho testato sia una Canon A80 che una A95 che non soffrono minimamente tale problema mentre su una A45 il problema si presenta di frequente. Quando la camera và in blocco l’unica soluzione per farla ripartire è quella di togliere e ridare alimentazione

Se vi capita di dover usare una camera che soffre di tale problema potete utilizzare questo semplice “Camera resetter” realizzato mediante un modulo a relay che si trova facilmente a pochi Euro in rete ( cercate "2 Channel 5V Relay Module" ) .

Il collegamento del modulo è molto semplice e basterà collegare uno dei suoi ingressi direttamente al pin GPIO24 della Raspberry PI, alimentarlo con la 5V e far passare il cavo di alimentazione della camera attraverso il contatto normalmente chiuso ( NC ) del modulo.

Nel file di configurazione del Sint Wind PI andrà poi settata la chiave :

[Camera]

use_camera_resetter = True

Sint Wind PI - Sensori LaCross TX23

Terminiamo questa carrellata sui sensori commerciali con l’ultima grande ditta del settore : LaCross. Il sensore è il TX23 che è relativamente economico ( circa 40€ ) ed ha il grosso vantaggio di avere una interfaccia completamente digitale. Si collega quindi alla GPIO della Raspberry PI molto semplicemente con un solo cavo ( più ovviamente l’alimentazione e la massa ). Il software di comunicazione è basato sul lavoro di John Burns. Trovate tutto la documentazione sul protocollo di comunicazione di tale sensore sul sito di John (http://www.john.geek.nz/2012/08/la-crosse-tx23u-anemometer-communication-protocol/ )

Il Sint Wind PI supporta tale sensore anche se, non avendo per le mani un sensore da provare, non ho potuto ancora testare il tutto.

 

Il collegamento alla Raspberry PI è semplicissimo e vi riporto sutto lo schema.

 

 

 

Leggi tutto: Sint Wind PI - Sensori LaCross TX23