Regolamento Monte Cucco

 

Regolamentazione del sito di volo Monte Cucco

ART. 1 Oggetto

 

Il comune di Sigillo autorizza e regolamenta l’utilizzo delle aree presenti nel suo territorio per le attività di decollo e atterraggio con mezzi di Volo da Diporto o Sportivo (di seguito VDS) nelle specialità di Deltaplano, Parapendio e Ali Rigide.

 

ART. 2

Regolamentazione normativa sul Volo di apparecchi VSD

 

Il Volo da Diporto o Sportivo è regolamentato dalla normativa vigente in materia e in particolare è disciplinato dalla Legge n. 106 del 25.03.1985, dal DPR n.133 del 09.07.2010, dal DM n. 287 del 22.11.2010 e dal Regolamento Tecnico Operativo stilato dall'AeCI e approvato dal Ministero per le Infrastrutture e Trasporti con Decreto prot. M. 247 del 15.07.2015 unitamente alle prescrizioni dell’ENAC ed alla normativa specifica da quest’ultimo emanata nota come “Regolamento Regole dell’Aria”. Detta normativa, ed eventuale ulteriore altra emanata dalle competenti Autorità, disciplina in modo esclusivo i comportamenti e le attrezzature per il volo, inteso quest’ultimo dal momento della preparazione dell’attrezzatura a terra sino al momento della completa messa in sicurezza dopo la sosta a terra.

Il Comune di Sigillo, non avendo alcun potere di controllo in merito all’attività di volo, non ha alcuna autorità nella regolamentazione del traffico e del comportamento in volo, limitando necessariamente la propria operatività alle attività organizzate nelle aree di decollo e atterraggio oggetto del presente regolamento.

Tutti coloro che usufruisco delle aree all’interno del comune di Sigillo sono tenuti al rispetto della normativa vigente in materia VDS. In particolare dovranno essere soddisfatti i seguenti requisiti:

  • ·         possesso dell’attestato di volo in corso di validità e regolarmente rinnovato
  • ·         possesso dell’assicurazione RCT a norma di legge
  • ·         attrezzatura idonea al volo
  • ·         casco
  • ·         paracadute di soccorso

Il Comune di Sigillo si riserva ogni diritto di inibire l’utilizzo delle aree di decollo e atterraggio qualora dovesse risultare il mancato rispetto della normativa in vigore.


ART. 3

Aree di decollo ed atterraggio

 

L'applicazione del presente regolamento è limitata alle seguenti aree di decollo e atterraggio:

  • ·         area di decollo esposto a Sud-Ovest in località Pian del Monte (di seguito Decollo Sud).

L’area è delimitata dai seguenti punti con coordinate geografiche:

Punto

Coordinate WGS84

1

12°44'44.51"E  43°21'27.44"N

2

12°45'03.69"E  43°21'36.91"N

3

12°45'20.61"E  43°21'20.06"N

4

12°45'01.46"E  43°21'10.27"N

  • ·         area di decollo esposta a Nord-Est (di seguito Decollo Nord)

L’area è delimitata dai seguenti punti con coordinate geografiche:

Punto

Coordinate WGS84

1

12°46'15.20"E  43°21'29.11"N

2

12°46'22.16"E  43°21'29.04"N

3

12°46'21.80"E  43°21'15.18"N

4

12°46'14.81"E  43°21'15.36"N

 

  • ·         area di atterraggio in località Villa Scirca (di seguito Atterraggio Sud)

L’area è delimitata dai seguenti punti con coordinate geografiche:

 nto

 

Coordinate WGS84

1

12°43'25.59"E  43°20'40.54"N

2

12°43'32.78"E  43°20'45.58"N

3

12°43'34.72"E  43°20'43.032"N

4

12°43'28.88"E  43°20'38.42"N

 

Figura 1 - Aree VDS

 

ART. 4

Norme generali di comportamento

 

Il pilota è tenuto al rispetto della normativa vigente e ad una condotta di volo sicura per sé e per gli altri ed in particolare al rispetto delle norme di precedenza, delle linee di involo e dei circuiti di atterraggio.

L'uso delle aree di volo deve essere fatto nel rispetto dell'ambiente e delle persone; possono pertanto essere interdetti  all’uso delle aree ed eventualmente segnalati all’Autorità Competente coloro che svolgano attività che possano  pregiudicare la sicurezza del volo, coloro i quali lasciano rifiuti al di fuori delle aree o dei dispositivi di raccolta, coloro che campeggiano nelle aree dedicate al volo o che svolgano ulteriori attività che non siano attinenti e compatibili con l'attività di volo.

Il Comune di Sigillo si riserva di inibire l’utilizzo delle aree da esso gestite, non solo nel caso di mancato rispetto delle normative in vigore, ma anche in caso di comportamento ineducato, incivile, irrispettoso della civile convivenza, discriminatorio di razza o genere, e comunque di comportamento contrario allo spirito sportivo e di collaborazione per la migliore utilizzazione delle aree a favore di tutti i partecipanti alle attività di volo o praticanti attività di aeromodellismo, aquilonistiche, ecc.

Nell'eventualità di atterraggio in proprietà private, con danni alle stesse, il pilota è obbligato a segnalare comunque il caso al Comune di Sigillo e, se richiesto, a fornire i propri dati, anche assicurativi, al proprietario del fondo.

In caso di incidente a terzi il pilota è comunque tenuto a prestare soccorso e, se in volo, ad abbandonare la zona per un raggio di almeno 1 km per poter permettere l'intervento in sicurezza dei mezzi di soccorso necessari.

Nelle aree di decollo e atterraggio sono vietate tutte le attività che possono interferire con la sicurezza del volo dei mezzi VDS in volo oppure in fase di decollo. In particolare sono vietate le seguenti attività:   

  •          aquilonismo
  •          landkite
  •          campeggio
  •       aeromodellismo

Il Comune di Sigillo ha facoltà di riservare, in determinati periodi od orari, le aree in oggetto per attività diverse dal VDS e di inibire l’utilizzo delle stesse da parte di deltaplani e parapendio (manifestazioni aeromodellistiche, aquilonistiche etc.).

In assenza di attività VDS è consentita la pratica dell’ aeromodellismo sui Decolli Nord e Sud e relative aree dalle suddette individuate e di cui agli ARTT. 5 e 6 del presente regolamento. Per la pratica di attività Aeromodellistiche, fermo restando quanto riportato all’ Art. 35, Sezione VII del “Regolamento "Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto" emanato da ENAC, Edizione 2, emendamento 3 del 24 marzo 2017 e successive modificazioni, ed in conformità al suddetto, il Comune di Sigillo intende adottare a tutela dell’ambiente e per ragioni di sicurezza quanto segue:

  1. L'Aeromodellista ai comandi dell'Aeromodello ha la responsabilità di utilizzare il mezzo in modo da non arrecare rischi a persone o beni a terra e ad altri utilizzatori dello spazio aereo, mantenere la separazione da ostacoli, evitare collisioni in volo e dare la precedenza a tutti.
    2. L'Aeromodellista è responsabile di ottemperare agli obblighi relativi e a ottenere le eventuali autorizzazioni per l'utilizzo dello spettro elettromagnetico impegnato dal radiocomando.
    3. (a) Sono ammessi solo aeromodelli con massa operativa al decollo minore                                   di 25 kg;
        (b) massima superficie alare di 500 dm2;
         (c) massimo carico alare di 250 g/dm2;
        (d) Non è ammesso il volo di aeromodelli con motori a combustione interna,       siano essi a pistoni o a turbina o turboelica. Massima potenza del motore     elettrico 15 kW;
          (f) Non sono ammessi modelli a volo libero o a volo circolare vincolato anche se con motori elettrici; non sono ammessi Aeromodelli con un numero maggiore di eliche di 1 (una)
          (g) Non sono ammessi aerostati ad aria calda;
  2. l'attività aeromodellistica deve rispettare i seguenti requisiti, e pertanto deve:

1) essere effettuata di giorno e l'aeromodellista mantenere il continuo contatto visivo con l' Aeromodello, senza l'ausilio di dispositivi ottici e/o elettronici;
2) essere effettuata in aree opportunamente selezionate dall'aeromodellista, fino ad una altezza massima di 70 m AGL entro un raggio massimo di 200 m, in zone non popolate, sufficientemente lontano da edifici, infrastrutture e installazioni;
3) essere effettuata al di fuori dell'ATZ di un aeroporto, oppure ad una distanza superiore a 5 Km dall'aeroporto (ARP o coordinate geografiche pubblicate), laddove non sia istituita una ATZ a protezione del traffico di aeroporto;
4) essere effettuata al di fuori dei CTR;
5) essere effettuata al di fuori delle zone regolamentate attive e delle zone proibite.

Nel caso non siano soddisfatti uno o più criteri di cui alla lettera a) comma 3. le attività degli aeromodelli devono svolgersi all'interno delle aree istituite da ENAC per le attività aeromodellistiche oppure, in alternativa, in spazi aerei segregati. Permane l'obbligo dell'attestato di aeromodellista con abilitazione al pilotaggio di aeromodelli rilasciato dall'Aero Club d'Italia nei casi di voli ad altezze superiori a 70 m AGL.

  1. c) In presenza di traffico interferente di altro utilizzatore dello spazio aereo, l'Aeromodello non ha diritto di precedenza e deve essere portato ad una altezza di sicurezza tale da non interferire con l'altro aeromobile o atterrare immediatamente.
    L'aeromodellista deve rispettate le eventuali disposizioni emesse dalle amministrazioni locali competenti.
    3. Su un aeromodello utilizzato in un luogo aperto al pubblico non possono essere installati dispositivi o strumenti che ne configurino l'uso in operazioni specializzate.
    4. Le manifestazioni aeromodellistiche e l'esercizio degli aeromodelli nel corso delle manifestazioni aeromodellistiche devono essere effettuati in ottemperanza alle disposizioni emesse dall'Aero Club d'Italia.
  2. d) L’aeromodellista che intende praticare attività di Aeromodellismo nel Comune di Sigillo dovrà dotarsi di Polizza Assicurativa RCT con copertura specifica per l’attività Aeromodellistica. Tale polizza dovrà essere esibita qualora richiesto dalle Autorità competenti.
  3. Durante il volo gli aeromodelli non dovranno mai, in nessun caso sorvolare persone, auto ed altri mezzi parcheggiati. Il volo degli Aeromodelli, esclusa la fase di Atterraggio, deve svolgersi INTEGRALMENTE al di fuori del pendio, di fronte ai piloti stessi, schierati come stabilito nel seguente punto f)
  4. I piloti di Aeromodelli presenti dovranno pilotare gli uni vicini agli altri, in modo tale che ognuno possa comunicare a voce agli altri le proprie intenzioni, manovre di volo, la presenza di altri velivoli eventualmente entrati nello spazio aereo e le proprie eventuali difficoltà o emergenze.

Non è consentita l’installazione a bordo degli Aeromodelli di attrezzature atte ad effettuare rilievi, quali fotocamere o sensori di qualsiasi tipo, sia che registrino immagini o dati su sistemi locali (a bordo), sia che ritrasmettano le stesse ad una stazione a terra in tempo reale o differito.

 

ART. 5

Decollo Sud

 

Figura 2 Decollo Sud

Nell’area di Decollo Sud sono individuate le seguenti sotto aree:

  • ·         1 - Area di montaggio e decollo deltaplani.
  • ·         2 - Area di decollo ed atterraggio parapendio.
  • ·         3 - Area di atterraggio deltaplani. Tale area è attraversata dalla strada pedonale che conduce alle grotte di Monte Cucco. In ogni caso i pedoni hanno la precedenza sui mezzi da VDS che, in presenza di pedoni che ostacolano l’atterraggio, devono desistere ed attendere che l’area sia libera. I pedoni dal canto loro non devono sostare lungo tale strada e cercare di liberare la zona nel minor tempo possibile. Dopo l’atterraggio tale area va liberata con la massima solerzia ed è ASSOLUTAMENTE vietato utilizzare tale area per le attività di montaggio e smontaggio dell’attrezzatura. Inoltre, per ragione di sicurezza, è vietato il sorvolo a bassa quota di tale area per i parapendio a causa del forte “effetto venturi” a cui l’area è soggetta e alle possibili interferenze con la procedura di atterraggio dei deltaplani.
  • ·         4 - No FLY zone. In tale area non è ASSOLUTAMENTE consentito volare con nessun mezzo per permettere l’uscita in sicurezza dei piloti di deltaplano a seguito di un mancato atterraggio.
  • ·         5 - Area con divieto di permanenza prospicente i due decolli nella quale è vietato permanere oltre le normali attività di decollo.

ART. 6

Decollo Nord

Figura 3 Decollo Nord

Nell’area di Decollo Nord sono individuate le seguenti sotto aree:

  • ·         Area di decollo congiunta per deltaplani e parapendii.
  • ·         Area di atterraggio congiunta per deltaplani e parapendii.

ART. 7

Atterraggio Sud

Figura 4 Atterraggio Sud

Nell’area di Atterraggio Sud sono individuate le seguenti sotto aree:

  • ·         1 - Area parcheggio. Solo tale area può essere utilizzata per il parcheggio. È assolutamente vietato parcheggiare e sostare lungo la strada bianca che conduce alla manica a vento e nell’area denominata “area atterraggio”.
  • ·         2 - Area Atterraggio. Area vera e propria da utilizzare per l’atterraggio di deltaplani e parapendio. Una volta atterrato il pilota ha l’obbligo di liberare tale area nel minor tempo possibile e spostarsi nell’area di ripiegatura/chiusura del mezzo. È ASSOLUTAMENTE vietato parcheggiare, sostare e richiudere l’attrezzatura di volo in tale area.
  • ·         3 - Area di smontaggio e ripiegatura da utilizzare per le attività di ripiegatura e smontaggio dei mezzi VDS.

 

ART. 8

Paramotore

 

Il volo con il paramotore è ammesso per i piloti in regola con la normativa vigente. Il decollo deve avvenire dalle aree autorizzate dando la precedenza ai velivoli in atterraggio e una volta avvenuto allontanarsi dalla zona di decollo/atterraggio.

 

ART. 9

Volo biposto ed attività didattiche

 

Il pilota è sempre tenuto, durante le fasi di decollo ed atterraggio, a dare la precedenza a mezzi biposto e alle attività di formazione didattica.  Le scuole straniere sono tenute al rispetto delle leggi nazionali vigenti e dei regolamenti locali ed a coordinarsi con la scuola locale per l'organizzazione delle attività didattiche.

 

ART. 10

Competizioni e gare

 

Le aree in oggetto possono essere utilizzate, previo avviso e ad insindacabile giudizio del comune di Sigillo, quale base logistica per le competizioni o per le gare, anche amatoriali e ludiche, organizzate dalle associazioni, purché le stesse rispettino i regolamenti, anche in materia di sicurezza, delle rispettive organizzazioni e si svolgano nel rispetto delle regole dell’aria e di tutte le normative vigenti in tema di VDS. Il Comune di Sigillo avrà facoltà di riservare, in determinate giornate od orari, l’utilizzo esclusivo di una o più aree, per lo svolgimento di gare o competizioni.

 

ART. 11

Comportamento in caso di incidente

 

L'apertura di una croce bianca in atterraggio/decollo indica immediata chiusura del sito di volo. Liberare la zona recandosi all'atterraggio più vicino. Divieto assoluto di decollo fino a chiusura della croce. L'accensione di un fumogeno rosso indica l'attivazione del servizio di elisoccorso: liberare la zona per un raggio di almeno un km dal punto di accensione del fumogeno. Divieto assoluto di decollo fino all'allontanamento definitivo dell'elicottero.

 

Numeri utili

 

Centralina meteo al Decollo Sud: +39 366 357 5619

Centralina meteo Decollo Nord/Antenne: +39 334 786 3682

 

 

ART. 12

Sanzioni

 

Le infrazioni al presente regolamento, salva l’applicazione di altre sanzioni previste per Legge, sono punite ai sensi dell’art.7-bis del D.lgs. 18 agosto 2000 n.267 con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma pari ad un minimo di Euro 25,00 fino ad un massimo di Euro 500.

 

Nota

 

Il pilota prima del volo è tenuto alla lettura del presente regolamento.  Eventuali avvisi di volo saranno affissi presso le bacheche degli atterraggi ufficiali o sul sito del comune di Sigillo